Cerca nel sito

News

Domenica, 16 Aprile 2017, Pasqua, messa solenne del Papa
  Pasqua, messa solenne del Papa: "Bisogna soccorrere nuovi schiavi. Basta conflitti" PRIMA il grido di vergogna, lanciato dal Colosseo nella Via Crucis del...   Leggi tutto

Venerdì, 14 Aprile 2017, Giovedì Santo. Viaggio fra i detenuti di Paliano
  La Messa in "Coena Domini" con la lavanda dei piedi fra i collaboratori di giustizia e i malati di tubercolosi. Parlano il vescovo di Palestrina, Domenico...   Leggi tutto

Giovedì, 13 Aprile 2017, Via Crucis, Papa Francesco
Via Crucis, Papa Francesco: "Vergogna per sangue innocente di donne, bambini, migranti" Così il Pontefice ha concluso la celebrazione al Colosseo,...   Leggi tutto

Mercoledì, 01 Marzo 2017, La Parola è un dono. L’altro è un dono
  Cari fratelli e sorelle, la Quaresima è un nuovo inizio, una strada che conduce verso una meta sicura: la Pasqua di Risurrezione, la vittoria di Cristo...   Leggi tutto

Giovedì, 01 Gennaio 2015, Il Papa all’Angelus: pace sempre possibile, sua radice è la preghiera
“In questo primo giorno dell’anno, nel clima gioioso del Natale, la Chiesa ci invita a fissare lo sguardo sulla Madre di Gesù”. E’ quanto affermato da...   Leggi tutto

Giovedì, 01 Gennaio 2015, Il Papa all’Angelus: pace sempre possibile, sua radice è la preghiera
“In questo primo giorno dell’anno, nel clima gioioso del Natale, la Chiesa ci invita a fissare lo sguardo sulla Madre di Gesù”. E’ quanto affermato da...   Leggi tutto

Giovedì, 25 Dicembre 2014, Messaggio del Santo Padre e Benedizione "Urbi et Orbi" nella Solennità del Natale
                    Alle ore 12 di oggi, Solennità del Natale del Signore, dalla Loggia Centrale della Basilica Vaticana il Santo Padre Francesco,...   Leggi tutto

Giovedì, 25 Dicembre 2014, Bambini vittime degli Erode di oggi: il Papa Urbi et Orbi
Gesù trasformi l’indifferenza in vicinanza, il rifiuto in accoglienza: è la preghiera di Papa Francesco al saluto Urbi et Orbi, in cui ricorda le lacrime...   Leggi tutto

Giovedì, 25 Dicembre 2014, Al mondo serve tenerezza: così il Papa alla Messa di Natale
La tenerezza di Dio, la sua umiltà e la sua pazienza verso gli uomini: al centro delle parole di Papa Francesco alla Santa Messa della notte di Natale, nella...   Leggi tutto

Giovedì, 25 Dicembre 2014, Omelia del Papa per la Messa della Notte di Natale.
Papa Francesco ha celebrato nella Basilica Vaticana la Messa della Notte nella Solennità del Natale del Signore. Pubblichiamo di seguito il testo integrale...   Leggi tutto

Giovedì, 25 Dicembre 2014, Natale in Cattedrale
"Le luminarie della città di Cosenza fra qualche giorno non ci saranno più. Rimarrà a splendere la nostra luce di Cristiani?". Lo ha detto questa sera nella...   Leggi tutto

Mercoledì, 24 Dicembre 2014, Appello di pace da Betlemme, migliaia i pellegrini in Terra Santa
Un accorato appello di pace si è levato dalla Basilica della Natività a Betlemme, dove il patriarca latino di Gerusalemme Fouad Twal ha celebrato la Messa...   Leggi tutto

Martedì, 31 Dicembre 2013, Il Quotidiano del 31/12/2013
  articolo de "Il Quotidiano della Calabria" del 31 dicembre 2013   Leggi tutto

Domenica, 29 Dicembre 2013, Papa Francesco Angelus 29 dicembre 2013
  Festa della Santa Famiglia di Nazareth Piazza San Pietro Domenica, 29 dicembre 2013   Cari fratelli e sorelle, buongiorno! In questa prima domenica dopo...   Leggi tutto

Giovedì, 26 Dicembre 2013, Papa Francesco Angelus 26 dicembre 2013
Festa di Santo Stefano ProtomartirePiazza San Pietro Giovedì, 26 dicembre 2013   Cari fratelli e sorelle buongiorno. Voi non avete paura della pioggia,...   Leggi tutto

Mercoledì, 25 Dicembre 2013, Papa Francesco Messaggio Urbi et Orbi
MESSAGGIO URBI ET ORBI DEL SANTO PADRE FRANCESCO NATALE 2013 Mercoledì, 25 dicembre 2013   «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli...   Leggi tutto

Domenica, 13 Ottobre 2013, Papa Francesco 13 ottobre 2013 Giornata Mariana
In centomila a San Pietro per la Giornata Mariana. Il Papa: "Non si può essere cristiani a singhiozzo" Il Pontefice ha celebrato la messa davanti la statua...   Leggi tutto

Domenica, 06 Ottobre 2013, Papa Francesco Angelus 6 ottobre 2013
Il Papa durante l'Angelus prega per vittime di Lampedusa Cari fratelli e sorelle, buongiorno! Prima di tutto voglio rendere grazie a Dio per la giornata che ho...   Leggi tutto

Lunedì, 30 Settembre 2013, Papa Francesco Messa 29 settembre 2013
SANTA MESSA PER LA "GIORNATA DEI CATECHISTI" Chi corre dietro al nulla diventa lui stesso nullità 1. «Guai agli spensierati di Sion e a quelli che si...   Leggi tutto

Domenica, 22 Settembre 2013, Papa Francesco Visita Cagliari 22 settembre 2013
Il Papa a Cagliari incontra i lavoratori: "Signore, insegnaci a lottare per il lavoro"  CAGLIARI - "Signore, insegnaci a lottare per il lavoro". E' la...   Leggi tutto

Highlighter

Un accorato appello di pace si è levato dalla Basilica della Natività a Betlemme, dove il patriarca latino di Gerusalemme Fouad Twal ha celebrato la Messa della Notte di Natale.  Monsignor Twal ha auspicato che ebrei, musulmani e cristiani ''vivano in eguaglianza, nel rispetto reciproco''. Migliaia i pellegrini giunti in Terra Santa per queste festività. Betlemme è ancora circondata da mura, eppure i cristiani e i musulmani vivono assieme questo Natale, così come assieme vivono ogni giorno le difficoltà imposte dalle condizioni di vita simili a una prigionia. Quest’anno nella città culla di Gesù si sono riuniti anche i cristiani di Gaza, 700 i permessi rilasciati loro dalle autorità israeliane, oltre 25mila quelli concessi ai cristiani di Cisgiordania. Sono molti più degli altri anni, ha spiegato mons. Shomali, vescovo ausiliare di Gerusalemme e vicario patriarcale per la Palestina. Francesca Sabatinelli ha raggiunto telefonicamente a Betlemme padre Vincent Bosco, vicario della Casa Salesiana:

R. – Tutti noi sappiamo cosa sia successo in questo anno, la guerra e tante altre cose, quindi il 25 dicembre ci porta davvero la speranza per le genti che vivono qui. E’ un’occasione celebrare così il Natale, essere insieme ha un valore importante. Vedere le persone che vengono da ogni parte del mondo ci porta una gioia diversa rispetto ad altri giorni. Betlemme vuol dire “casa del pane” e quindi la “casa del pane” accoglie sempre tutti noi, insieme, nel nome di Gesù siamo radunati tutti. Le persone qui soffrono e il cristianesimo sta ormai diminuendo, però questo Natale ci porta anche la speranza e la “speranza”, per noi come cristiani, è un’attesa. Io prego come sacerdote, prego per tutti e non solo per i cristiani, prego per tutti affinché si sia tutti uniti e ci si possa accettare gli uni gli altri, e che si possa portare un sorriso agli altri. Questa mattina sono andato sul luogo dove è nato Gesù ed ho visto che c’erano anche musulmani, vogliono condividere anche loro la gioia con noi.

D. – Padre Vincent, i salesiani di Betlemme danno il pane a tutti i poveri, cristiani e musulmani, e accolgono a scuola studenti cristiani e non. Avete poi un rapporto privilegiato con le famiglie cristiane, qual è la richiesta forte che arriva da loro?

R. – I giovani chiedono di essere attenti alla loro identità, non sempre si rendono conto di chi sono, e cercano di scappare da qua. La nostra scuola accoglie anche musulmani, e sono l’80 per cento, quindici anni fa i numeri erano invertiti. Ma noi continuiamo a lavorare, continuiamo a portare avanti la missione di Don Bosco. Certamente il nostro forno aiuta cristiani e musulmani, tutti noi abbiamo fame. Non c’è una differenza tra le religioni, non è che una ha fame e l’altra no e dobbiamo dare a chi non ha.

D. – Anche se il muro continua ad esserci, anche se il muro continua a crescere, non toglie a questo Natale la speranza, vero?

R. – Che cosa può offrire il cristianesimo ad una società che soffre così? La gioia e la speranza! Ecco, Natale ci porta quello. Certamente il muro esiste però anche noi, come cristiani, rischiamo di costruire muri, ognuno di noi nel proprio cuore. Ecco, dobbiamo togliere il muro costruito nel nostro cuore, dobbiamo essere aperti e accogliente verso gli altri. Io prego affinché i popoli, qui a Betlemme, sentano la pace, un po’ di speranza e respirino un po’ di gioia. Questo è il mio desiderio: auguro a tutti i popoli, non solo qui a Betlemme, ma in tutto il mondo, che sia davvero un Natale che di speranza e gioia.



Ascolta il Vangelo del giorno